“Siamo sul palco, siamo noi stessi e la nostra voce. Ma in un certo senso è come se noi non ci fossimo, perché siamo qualcun altro, diventiamo Mena, Alfio, Clorinda, Lia, ‘Ntoni. E questo forse è quello che vorremmo noi perché chi non ha mai desiderato essere qualcun altro anche solo per un momento?”

Alice Rocchetti

 

 



Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.